CALENDARIO

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
Agosto 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

NEWSLETTER

Il gruppo delle Mamme Antifasciste del Leoncavallo nasce all’indomani dell’assassinio di Fausto Tinelli e Iaio Ianucci, su un tam-tam partito in maniera spontanea e immediata dopo i fatti di via Mancinelli, si costituisce in associazione nel marzo del 1992 per diventare Onlus all’inizio del 2003.

Il clima di intimidazione della fine degli anni Settanta e le numerose vittime di quel periodo avevano fatto risvegliare la coscienza antifascista di molte donne, alcune delle quali avevano vissuto l’orrore del fascismo, altre erano state partigiane, altre ancora sindacaliste, ma nella maggioranza dei casi erano madri di giovani frequentatori dei centri sociali. Nasce così un progetto politico destinato da un lato alla difesa dei figli dalla violenza e dalla repressione, dall’altro per promuovere iniziative di intervento nel sociale caratterizzandosi nella lotta all’eroina, per il diritto alla casa, alla salute e all’istruzione. La presenza delle mamme del Leoncavallo nelle piazze, alle manifestazioni e ai presidi assieme ai giovani del centro non è mai venuta meno.

Tra gli impegni più rilevanti dell’Associazione c’è stato quello contro l’archiviazione dell’inchiesta sull’assassinio di Fausto e Iaio attraverso la controinformazione costante, l’interlocuzione con i giudici titolari che si sono avvicendati nell’inchiesta così da ritardarne l’archiviazione e mantenendone viva la memoria.

Notevole anche l’impegno profuso nei confronti della popolazione carceraria che si era molto ingrandita per la presenza di numerosi detenuti politici. Con gli anni l’Associazione Mamme antifasciste del Leoncavallo è diventata il simbolo stesso del centro sociale, ha intessuto rapporti con gruppi di donne e madri di tutto il mondo, (dalle storiche madri di Plaza de Mayo, alle donne in nero, alle donne contro la mafia), è stata presente in Chiapas come in Argentina, a Genova come a Porto Alegre all’interno dei più recenti movimenti contro la globalizzazione.

L’Associazione delle Mamme ha assunto un ruolo da garante del centro sociale occupato, è divenuta riferimento per le istituzioni nelle cause e negli sgomberi di questi anni, ha gestito le strutture e i servizi quali la ristorazione, ha svolto un lavoro di primaria importanza nell’accoglienza dei migranti organizzandone l’ospitalità all’interno del centro nei periodi di emergenza freddo, favorendone la regolarizzazione, istituendo corsi di italiano e occupandosi dei loro bisogni primari. L’associazione è tra i soci fondatori della Fondazione “La città che vogliamo” ONLUS, di recente costituzione, i cui scopi prevedono, tra l’altro la promozione della cultura giovanile e la tutela dei centri sociali.

 


Dai il 5 alle Mamme Antifasciste del Leoncavallo

CODICE FISCALE 97108430154

La nuova legge finanziaria ti consente di devolvere il 5 per mille dell’ IRPEF a favore di associazioni no profit. E’ una scelta che non ti costa nulla e che puoi fare con la dichiarazione dei redditi modello CUD,modello 730,modello unico.

Aiutare l’Associazione Mamme Antifasciste del Leoncavallo vuol dire sostenere chi preserva una memoria che in troppi vorrebbero cancellare.

SOSTIENI LE MAMME SOSTIENI I LORO PROGETTI