CALENDARIO

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
Marzo 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
› Allenamento di Bike Polo
Data :  01 03 2017
5
6
7
12
13
14
19
20
21
26
27
28
31
› Festa della semina 2017
Data :  31 03 2017

NEWSLETTER

www.radiondadurto.org/ascoltaci

Facebook:  www.facebook.com/radiondadurtomilano

Fanno parte della redazione milanese venticinque persone, che realizzano venti ore di diretta alla settimana. Ogni anno vengono trasmesse 880 ore di programmazione radiofonica originale.

La programmazione prevede la presentazione di iniziative e di libri, di musica e un programma di approfondimento sul cinema. Tra queste la rubrica radiofonica “Brain Splatters” on air sulle frequenze di Radio Onda d’Urto ora tutti i giovedi notte, 38 le puntate trasmesse per 80 ore di diretta radiofonica, ha redatto il sito web www.Soundsplatters.net che ha ricevuto 17.000 visite e una news letters con 4.000 contatti sparsi per il mondo, per un totale di 40.000 mail recapitate, ha organizzato banchetti e presidi con la diffusione di oltre 10.000 volantini informativi riguardanti gli argomenti del genere.

Vengono realizzate anche dirette di concerti, dibattiti, manifestazioni e incontri e iniziative culturali. La redazione musicale conta 11 programmi diversi di ogni genere di musica e cura anche concerti in diretta, djset in studio e presentazioni di dischi. È attiva una convenzione con l’Università di Pavia, per la formazione di studenti universitari tramite tirocini. Oltre a questo venti ore al mese vengono dedicate all’approfondimento di nozioni tecniche per la realizzazione di programmi radiofonici.

 

 CENNI STORICI

La prima emittente radiofonica accesasi al Leoncavallo ha funzionato un paio d’anni dal 1978 e si chiamava Radio Specchio Rosso.

A Milano, a partire dalla metà degli anni ‘70, le esperienze analoghe o non erano riuscite a sopravvivere al progressivo restringimento di spazi di libertà, o si erano trasformate perdendo man mano la connotazione di emittenti dell’area dell’antagonismo sociale.

Di più: nel frattempo una legge liberticida, la Mammì dell’agosto ‘90, aveva consegnato l’etere alle imprese, impedendone l’accesso a soggetti collettivi e sottoponendo l’esistente a vincoli tali che le piccole radio locali erano costrette a chiudere.

Il centro ha aperto una vera e propria battaglia contro la legge Mammì a ridosso della sua approvazione attivando nella tre giorni di parco Lambro del settembre 1991 il primo esperimento di radio pirata.

Per questo è stata aperta una radio sorgente illegale, Radio Onda Diretta che ha trasmesso dai tetti di via Leoncavallo fino al 2 luglio 1993 quando la Polizia Postale vi ha posto i sigilli; un’esperienza limitata nel raggio d’azione, ma fortemente simbolica con cui affermare che gli spazi della comunicazione sono spazi sociali, da sottrarre al mercato e restituire a coloro che hanno l’intelligenza di gestirli.

Nel febbraio del ‘94, con l’entrata in funzione di Radio Onda d’Urto di Milano si realizza in forma compiuta il progetto costituito dalla rete di gruppi, associazioni, collettivi, centri sociali, realtà dell’autorganizzazione senza assumere connotazioni ideologiche o di mero megafono di un’area politica. Nel decennio successivo si sviluppa ed è sostenuto dall’impegno diretto di centinaia di persone (attive per promuovere il reperimento delle risorse necessarie all’acquisto della frequenza su Milano e per programmare un nuovo palinsesto più attuale).

Quell’esperienza comunque ha portato i suoi frutti: dal febbraio 1994 è entrata in funzione anche a Milano Radio Onda d’Urto, emittente antagonista, in collaborazione con la storica di Brescia, nata nel 1985 per organizzare e gestire un servizio di informazione politica, culturale e sociale.

Inizia così a operare sul territorio bresciano, organizzando e gestendo, con regolare concessione di radiofrequenza, un’emittente radiofonica a carattere “comunitario” (cioè espressione di istanze etniche, politiche e culturali).

Nel febbraio del ‘94, con l’entrata in funzione di Radio Onda d’Urto di Milano si realizza in forma compiuta il progetto costituito dalla rete di gruppi, associazioni, collettivi, centri sociali e realtà dell’autorganizzazione.

Oggi Radio Onda d’Urto (con la sede milanese) trasmette in diretta per 18 ore al giorno su una porzione importante del territorio lombardo.

E’ stato stipulato una convenzione con l’Università di Pavia per l’utilizzo formativo dello strumento radiofonico ai fini dell’inchiesta sociale e territoriale.

 

Il palinsesto milanese prevede quasi 12 ore settimanali divise tra il giovedi e il venerdi.

giovedì 20-21 - ROUTER
http://router-radio.blogspot.it/

21-22 - a rotazione settimanale: BLACK SUGAR // RADIO DAYS


22-23 - RADIO FANGO FM
http://www.mixcloud.com/RadioFangoFM/

http://www.intombato.blogspot.com/

23-01.30 - BRAIN SPLATTER

www.facebook.com/groups/RADIO.MAGAZINE
www.soundsplatters.net


venerdì: 20-21 - L’AUTOSTOPPISTA


21-22 - LUPO ULULI
http://www.mixcloud.com/LupoUluli/


22-23 - RASTA REGGAE RADIO
http://www.jahlion.org/radio.html


23-24 - FUNK AND ROLLA RADIO

http://www.facebook.com/pages/Funk-And-Rolla/445849535466722

24-01 - COPACETIC

http://yellowblueandgreen.blogspot.com
http://feeds.feedburner.com/copacetic.â


01-02 - SHAKE SOME ACTION

http://www.mixcloud.com/ShakeSomeAction/


Puoi ascoltare la radio nelle province di: Brescia, Milano, Bergamo, Mantova, Cremona, Verona, Trento.
99.6 MHz Brescia e provincia

99.7 MHz Lago di Garda (BS)
98.0 MHz Milano
100.1 MHz Val Camonica (BS)

100.1 MHz Lago d’iseo (BS)
99.9 MHz Alta Val Camonica (BS)
100.0 MHz Ponte di Legno (BS)
91.0 MHz Val Trompia (BS)

95.2 MHz Alta Val Trompia (BS)
95.2 MHz Bagolino (BS)
99.7 MHz Val Sabbia (BS)
106.7 MHz Lago d’Idro (BS)

88.0 MHz Dan Giuliano Milanese (MI)
99.6 MHz Provincia di Bergamo
99.7 MHz Mantova e provincia

99.7 MHz Verona e provincia
99.7 MHz Cremona
99.5 MHz Alto garda e provincia di Trento

105.5 MHz Trento e zone limitrofe
o in streaming su http://www.radiondadurto.org/ascoltaci/

Su Facebook ci trovi qui: www.facebook.com/radiondadurtomilano