CALENDARIO

 ◄◄  ◄  ►►  ► 
Marzo 2017
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
› Allenamento di Bike Polo
Data :  01 03 2017
5
6
7
12
13
14
19
20
21
26
27
28
31
› Festa della semina 2017
Data :  31 03 2017

NEWSLETTER

 

Noi lo abbiamo chiamato "Porte Aperte" e in questa definizione sta la nostra stessa concezione di Leoncavallo: uno spazio aperto alla città, ai suoi abitanti e ai suoi ospiti.
Siamo passati da una ospitalità di breve periodo, praticata negli anni '70, quando eravamo ancora in via Leoncavallo, a una più stabile ed estesa nel tempo conquistata negli anni più recenti. Si sono succedute comunità migranti di tutti i tipi: dagli eritrei, ospitati negli anni Ottanta, agli ucraini sgomberati dalle baraccopoli negli anni Novanta, fino ai più recenti Rom cui l'associazione Mamme Antifasciste del Leoncavallo si è fatta carico dell’intestazione di un contratto di affitto di un appartamento per una famiglia.

Il contatto quotidiano con queste realtà ci ha fatto riflettere anche su una molteplicità di servizi che abbiamo sviluppato e cercato di mettere in relazione tra loro. Sono nati in questo modo, tra le difficoltà e la solitudine in cui ci hanno lasciati le istituzioni, uno sportello dedicato ai migranti, una rete di "assunzioni" legate all'ottenimento del permesso di soggiorno, una cucina popolare aperta alle loro esigenze (economiche, ma anche religiose), una scuola di italiano per stranieri ai quali non viene richiesto alcun contributo economico, né tantomeno il permesso di soggiorno. Ma anche uno sportello di assistenza psicologica, una scuola di inglese "di sopravvivenza" e una ciclofficina che lavora per la mobilità sostenibile e assembla biciclette per chi non se le può comperare, uno spazio free Internet in cui è possibile comunicare con il proprio Paese tramite PC. Nei mesi invernali fino al 2013, poi, è stato attivato il progetto ‘’emergenza freddo’’ che ha accolto 50 persone in difficoltà per la mancanza di un tetto, inviateci dall'amministrazione di Milano senza alcun onere per il Comune.

Tutto ciò lo facciamo da anni, in maniera solitaria, autogestita e auto organizzata, nei limiti di un servizio assolutamente privo di aiuti e contributi da parte delle istituzioni. Ora è nostra intenzione aprire i servizi alla città e al volontariato e anche alle competenze esterne al centro sociale, con un ulteriore passo di qualità. Con il nostro specifico valore aggiunto: quello della molteplicità dei servizi in rete tra loro. Nel mese di marzo, quindi, partiremo con un progetto non più rivolto a tamponare un'emergenza. Il respiro, questa volta, sarà più lungo: un servizio di prima accoglienza e una rete di servizi, già attivi ma da sviluppare ulteriormente, per un numero limitato di persone provenienti da Paesi in conflitto per un periodo che nella sua fase sperimentale sarà di tre mesi, ma guarderà anche al periodo successivo. Tutto dipenderà dalla risposta delle istituzioni, delle reti sociali e delle competenze cui chiediamo un supporto concreto.

Siamo quindi alla ricerca di insegnanti, psicologi, assistenti sociali, operatori culturali e di chiunque sia interessato a dare un contributo al progetto.

Sarà possibile farlo scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , contattandoci in facebook alla pagina Leoncavallo Spazio Pubblico Autogestito (@leoncavallospa), telefonando in segreteria al numero 02/36510287, o partecipando all'assemblea pubblica di gestione che si tiene ogni lunedì a partire dalle ore 21.00.